Giancarlo Figuccio

Giancarlo Figuccio“È col grandangolo della mia Canon – dice Giancarlo – che compongo i fotogrammi di questa mia storia, per il video più difficile e intenso che rappresenta l’auto presentazione: questo veicolo mi concede la giusta distanza per un buon compromesso tra me e la mia sensibilità. E,  come la ripresa da un  drone, il video mi permette di riprendere il mio me dall’alto che, tra entusiasmi, esperienze, viaggi, si spinge fino ai limiti della sofferenza umana, della bellezza della natura, della leggiadria della poesia, e poi stringe, stringe su Giancarlo, un ragazzetto trapanese in erba che, ebbro di Musica, vive un progetto musicale serio, fatto di band, tastiera, Conservatorio, serate nei locali a sognare il mondo… Tutto fino all’indomani mattina, quando la campanella del Liceo classico mi richiamava all’ordine”.
Dopo aver messo il prefisso Arch. davanti al suo nome, a suggello del suo amore per l’arte e per tutto quello che è spettacolo vissuto dal di dentro, dalla gestazione, all’ideazione, alla costruzione, alla nascita, Giancarlo Figuccio arriva alla regia che ha curato per una serie di eventi culturali del territorio.
Da due anni, con Roberto Manuguerra conduce “102 Open Space”, uno spazio radiofonico fatto di comunicazione, musica ed eccellenze culturali.